Da una lunga e mirata ricerca improntata sulla qualità e sui valori che ci contraddistinguono, nasce una collaborazione tra il nostro frantoio e l’Acetaia Guerzoni di Modena.

Il nostro sogno era di dare un degno compagno al nostro Olio EVO, a tavola e nei vostri piatti. Lo abbiamo trovato in questo speciale Aceto Balsamico di Modena IGP in grado di portare in tavola i sapori autentici della tradizione.

COME NASCE?

Come vuole la storica ricetta tramandata di generazione in generazione, l’aceto balsamico è ottenuto con mosto cotto prodotto con il metodo tradizionale a fuoco diretto e aceto di vino.

La lenta concentrazione del mosto è protratta fino a che la massa iniziale di mosto abbia raggiunto una densità a 1,38 alla temperatura di 80°C.  Oltre a provenire dai mosti di vitigni italiani specificamente regolamentati, l’aceto ha un’acidità totale minima del 6%.

Ma il procedimento per ottenerlo non è finito qui.

L’INVECCHIAMENTO

Per essere un vero Aceto Balsamico di Modena, oltre al rispetto degli ingredienti della tradizione, anche il tempo vuole la sua parte.

Le cose buone necessitano di tempo, pazienza e attenzione. 

Seguono dunque una lenta fermentazione acetica e poi un affinamento in botti di legno pregiate che gli donano consistenza corposa, un gusto deciso, rotondo e un perfetto bilanciamento tra acido e dolce.

Per 8-10 anni rimane in acetaia, in pregiate botti di rovere da 200 litri che gli conferiscono quindi anche un caratteristico bagaglio organolettico.

Ecco come nasce il nostro Aceto Balsamico di Modena, con una densità di 1,38.

A COSA SI ABBINA

Scelto per le sue caratteristiche organolettiche, l’Aceto Balsamico abbraccia ed esalta il gusto dell’olio EVO, per rendere ogni piatto davvero speciale. 

Provalo su qualsiasi tipo carne, insalate, frutta fresca, formaggi stagionati e addirittura con il gelato!  Volete provarlo da solo? Basterà qualche goccia in un cucchiaino per comprenderne la gustosa e unica particolarità!