Ricette, Blog

OMBRINA IN CROSTA DI ERBE AROMATICHE

OMBRINA IN CROSTA DI ERBE AROMATICHE, ASPARAGI, VONGOLE E CARLETTI

Una ricetta originale che unisce i sapori del mare alle tipiche erbette dei Colli

L’ombrina, o umbrina cirrosa, è un pesce molto diffuso nel mar Mediterraneo. E’ caratterizzata da una carne gustosa e ricercata. L’ombrina si può cucinare in vari modi e si abbina piacevolmente a molti ingredienti, per la preparazione di piatti saporiti e salutari.

Questa ricetta vuole unire i sapori del mare a quelli tipici dell’entroterra euganea. Pronti a cucinare questo piatto dai profumi primaverili?

Ingredienti:

  • trancio di ombrina
  • una manciata di punte di asparagi verdi e bianchi
  • carletti
  • vongole
  • pane Panko
  • condimento a base di olio evo aromatizzato all’alloro
  • sale
  • timo, origano e prezzemolo

PROCEDIMENTO:

 

Per prima cosa bisogna iniziare rosolando il trancio di ombrina in una padella antiaderente con un filo d’olio extravergine di oliva. A questo punto tritare finemente il timo, l’origano e il prezzemolo. Aggiungeteli e mescolateli insieme al pane Panko.

Adesso prendete il trancio di ombrina e ponetelo in una teglia. Cospargete la parte superiore dell’ombrina con il pane misto alle erbe aromatiche. Infornare per 10 minuti a 180°C.

Contemporaneamente sbollentare le punte di asparago. Ora preparate le vongole e i Carletti. Per le vongole, dopo averle fatte spurgare, basterà fare un fine soffritto di cipolla a cui aggiungerete le vongole fumando (per chi vuole) un goccio di vino bianco. Aggiungete i Carletti e sbollentate per qualche minuto.

 

COME IMPIATTARE:

Prendete un piatto fondo e disponete le vongole al centro de piatto con la loro acqua. Aggiungete le punte di asparago e posizionate sopra il filetto di ombrina. Aggiungete un filo di condimento aromatizzato all’alloro per dare un tocco floreale.

Ti consigliamo di abbinare questo secondo piatto con un vino Moscato Secco de Colli Euganei

Ricetta di Paolo Piovan del Ristorante Boccadoro

Torna alla lista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *